Paura o fastidio?

Proprio oggi, il barman del locale nel quale son entrato per un pranzo fast, ha visto entrare dalla porta di”inhresso un cane….

Il cane si è incrociato con un altro che si trovava giá all’interno e fra i due è nata una lieve ma sonora presa di posizione, subito placata dai proprietari… La reazione del barman, che volendo era estraneo ai fatti e protetto dal bancone è stata comunque piú forte di lui : -Controllateli! Ho paura!-

La sua reazione è risultata ai presenti piú scomoda del comportamento dei cani.

Il tutto si è spento, in apparenza in due minuti.

Mi son alzato con la scusa di chiedere un caffè ed dichiarato la mia attitudine verso il Problem Solving Cinofilo. Ha colto la palla al balzo e mi ha cofidato che il timore verso i cani c’è ma anche che prova un senso di attrazione verso gli stessi e che pertanto lì vive in maniera conflittuale.

A metterlo maggiormente a disagio è, mi confida, la sensazione data dal cane non soggetto al controllo di proprietario responsabile…

Come dargli torto?

La sua richiesta è stata quella di potersi avvicinare ad un ambiente , come un centro cinofilo, nel quale potersi ricredere in sicurezza.

Gran barman !

In zooantropologia lo si potrebbe definire zoo.fobico, ma la sua consapevolezza lo rende di certo zoo.filo….o meglio CINOFILO….

Faró quel è in mio potere per fornirgli un percorso emozionale correttivo graduale e piacevolmente funzionale.

A presto barman😉🐾👣